fare un presepe, fare un diorama, presepe in porex, presepe in poliuretano, presepe in polistirene estruso, presepe in legno

Tecnica del poliuretano (porex)

La tecnica del poliuretano o del porex o meglio ancora del polistirene estruso  ci permette di realizzare presepi o diorami molto più leggeri rispetto all uso del cartongesso.Questi materiali sono largamente usati nel campo dell edilizia per il rivestimento delle pareti per permettere l isolamento.

Nei diorami o nei presepi questi materiali sono utilizzati per creare abitazioni,porte,finestre ed anche piccoli accessori. Per ottenere l effetto intonaco sulle pareti delle abitazioni, possiamo applicare del gesso in alcuni punti,per rifinire le soglie delle porte e delle finestre possiamo applicare delle strisce di poliuretano da applicare con la colla a caldo che permette un miglior risultato rispetto la vinavil.Per quanto concerne i mattoni si possono incidere direttamente oppure ritagliare pezzi di porex della forma voluta ed incollarli singolarmente con la colla a caldo.

Io personalmente consiglio l uso del porex,sia per i risultati che otterremo che per la praticità di noi artisti.

Realizzare un diorama passo passo


Scritto da Valter Contin
Giovedì 02 Giugno 2011 17:17

La prima caratterstica da sottolineare del diorama è che viene racchiuso in una struttura in legno e compensato.

All interno della struttura andremo ad inserire una lastra di porex che sarà la base del nostro diorama.Lo step successivo è il calcolo del punto di fuga.Nella fig 1 è mostrato un metodo per ottenere il punto di fuga;sulla parete viene fissata una piccola asta in legno dove viene annodato un filo di spago che ci permettere di segnare tutte le linee prospettiche su tutti gli elementi del diorama.Per calcolare il punto di fuga bisogna raddoppiare la distanza del diorama finito,per esempio se il diorama è 1 m il punto di fuga sarà a 2 m ovvero il doppio.Lo spago va posto all altezza dell occhio della statua in primo piano,ma questo non vale per le statue sedute.

Nella fig 2 si può notare la corretta predisposizione di tutti gli elementi del diorama.Per far ciò dobbiamo riportare la planimetria del diorama sul foglio di porex.

Con le lastre di  porex possiamo ideare le varie pareti fissandole con degli stuzzicadenti sulla base.Dopo averle fissate possiamo procedere con il tracciamento delle linee prospettiche con l uso dello spago.Vedi foto 3

In wuesto modo l assemblaggio degli edifici avviene con l uso di stuzzicadenti e colla vinilica,ma c è un altro metodo che è quello con la colla a caldo che permette di ottimizzare i tempi di esecuzione.

Le immagini qui di seguito mostrano un edifixio già assemblato e momentaneamente posto sulla base del diorama.Nelle immagini successive vediamo il tracciamento delle linee prospettiche che ci permette di localizzare porte,finestre e architravi.

Vi consiglio di fissare gliedifici alla base con il solo utilizzo degli stuzzicadenti,in questo modo sarà possibile intervenire con delle modifiche qualora ci fosse qualche errore.

Per l effetto prospettico il pavimento del nosro lavoro risulterà visivamente in salita,la parte rossa nella foto dovrà essere portata a livello con altro porex.

Dopo aver livellato tutta la superficie del diorama si prcede con il tracciamento delle linee prospettiche su tutti gli elementi del diorama.Le immagini successive mostrano il completamento delle porte,delle finestre e del terreno.

Per coprire gli edifici dobbiamo procedere con la realizzazione delle travature che possono essere ideate con strisce di legno,in precedenza maltrattate per ottenere un effetto più usurato e realistico,oppure utilizzando il porex trattato con un cutter,Ecco di seguito le immagini

Realizzazione di travature con il porex............

Travature realizzate usando strisce di piccole dimensioni in legno..................

Per ideare soglie di porte e finestre possiamo applicare sui loro bordi striscette di porex fissate con colla a caldo.

Questo lavoro prevede la presenza di due terrazze che ho realizzato con l uso di striscette di legno di balsa.Queste ultimesono state maltrattate con l uso di una lametta per creare rotondità.Prima do fissarle definitivamente controlliamo che siano ben posizionate con l uso dello spago.

A questo punto il lavoro inizia a prendere forma,i le soglie di porte e finestre vengono lavorate,per fare ciò ci serve una spazzola in ferro con cui andremo a picchiettare per rendere il tutto più usurato e simulare il marmo bugnato,invece per simulare l effetto legno co affideremo al cutter.

Per rivestire le pareti possiamo applicare i mattoncini in precedenza ritagliati,per applicare le travi invece apporremo delle strisce di porex,Per poterli fissare ci servirà della colla a caldo.Per usurare i mattoni usare la spazzola in ferro.

I listelli di porex verranno applicati per simulare l effetto legno,dopodiche con una matita tracceremo i bordi tra gli assi,successivamente con l uso del cutter procederemo con il maltrattamento.Le immagini di seguito mostrano come simulare le pareti in legno

Ecco il risultato finale

Per la copertura delle pareti di altri edifici viene sempre utilizzato il porex perchè l effetto che vogliamo ottenere è quello del legno.La procedura è sempre la medesima.

 

Ecco il risultato finale,gli spazi che vedete tra i vari elementi in legno andranno "lavorati"a mattone,ma questa e' un'altra storia..........................alla prossima

Per l applicazione dei mattoncini si procede sempre con l uso della colla a caldo.Di seguito ci sono i vari passaggi.

Le porte sono state realizzate con balsa e porex.Prendiamo un pezzo di porex della stessa grandezza della porta ed applichiamo dei pezzi di porex per designare i contorni.Con una matita segniamo le assi di legno ed incidiamole.Di seguito le foto della realizzazione e del posizionamento.

Si continua sempre con rivestimenti murali e porte........................

 

Adesso procediamo con le rifiniture.Nelle immagini si vede come procedere con la pavimentazione delle terrazze.Dopo aver segnato le linee prospettiche sulla base del compensato della terrazza applicchiamo le strisce di porex per ottenere un pavimento effetto legno.

Per la copertura delle pareti dobbiamo applicare i mattoncini con il metodo sopra citato ricordandci di seguire le linee prospettiche.

S continua con l applicazione dei mattoncini,qui troveremo un camino,anch esso verrà rivestito con i mattoncini e rifinito con i suoi dettagli.

In queste immagini ed in quelle successive potete vedere le varie fasi della realizzazione del camino esterno alla casa...............

 

Si comincia a rivestire anche l'ultimo edificio che compone il nostro diorama..

A poco a poco il diorama comincia a prendere forma....................

Per completare l edificio ho utilizzato delle strisce di legno e balsa,ma si può anche utilizzare il porex.Il tutto verrà incollato con la colla a caldo.

Con il nostro spago andiamo a posizionare i listelli in balsa seguendo anche in questo caso le linee prospettiche

Fissati le striscette di legno e balsa possiamo ultimare la nostra serranda............

Andiamo a posizionarla e questo e' il risultato.............

Iniziamo a posizionare le basi in compensato che faranno da supporto ai tetti degli edifici.......

Anche su questi  supporti bisogna segnare le linee prospettiche che serviranno per fissare nella corretta posizione e secondo la prospettiva le tegole che dopo andremo a creare.

Nelle prossime immagini potete osservare il completamento di tale operazione.

Per ideare le tegole si può ricorrere al das,qui invece è stato utilizzato il porex.Si tagliano delle strisce che vengono arrotondate e si incidono delle scanalature con il cutter.Dopodichè si fissano con la colla a caldo,seguendo sempre le linee prospettiche.

Si continua con i coppi....................................

 

passiamo ora a terminare la parte alta del camino che andra' rifinito con coppi sempre realizzati in porex...........

Anche per gli infissi le altrnative sono due o il legno o il porex.Nelle immagini che seguino potrete vedere come procedere.Si inizia con una basetta in porex che varrà lavorata con una matita con la punta sottile per simulare il legno.

Ed ecco il risultato finale ed il suo posizionamento nella propria sede.............

Ecco una veduta dall'alto del diorama in fase di realizzazione.............

Per le finestre e le porte i materiali utilizzati sono il porex o la balsa per simulare il vetro si utilizzano dei materiali plasticio il plexiglass.Tutti gli elementi dovranno seguire le linee prospettiche e dovranno subire l effetto invecchiamento,per fare ciò possiamo bruciare leggermente con l accendino i  listelli di balsa.

Purtroppo per mancanza di spazio in questo diorama non e' previsto un terzo piano (ma ci proviamo lo stesso!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!),l'idea e' di realizzare una casa in lontananza,Partiamo da una base in porex dove si dovranno tracciare le finestre,il procedimento e' sempre lo stesso,listelli in porex per i soglieri delle finestre e per creare le tegole,il tutto dovra'essere ridimensionato per dare il senso di lontananza,nelle figure si possono vedere i vari passaggi.............

Quando abbiamo incollato le varie parti posizioniamo la nostra casa......................

Come vi sembra?

Iniziamo ad applicare l'intonaco alla struttura che altrimenti risulterebbe piuttosto monotona,per il materiale possiamo usare gesso scagliola oppure come ho fatto io usare altro materiale che in questo caso e' della comunissima malta (questo e' un mio esperimento,vedremo alla fine il risultato,speriamo bene!).Allora come vedete nelle figure seguenti create delle zone per simulare l'intonaco avendo l'accortezza di non coprire completamente i mattoni sottostanti............

Possiamo iniziare a livellare il terreno.................

Ecco un insieme del tutto,una volta asciutto possiamo ripassare un'altra mano del nostro materiale fino ad ottenere l'effetto desiderato..........

Completiamo la pavimentazione

Possiamo iniziare la prima fase della colorazione,per prima cosa si passa una mano di cementite all'acqua su tutti gli elementi del nostro diorama..........

Questa e' una panoramica dei vari edifici trattati nel modo sopra descritto...........

Nella successiva immagine si possono notare i segni per il posizionamento delle statuine

Dopo che la cementite all'acqua e' asciutta,possiamo cominciare a passare una prima mano di fondo,ho usato a tale scopo i colori acrilici anche se in futuro provero' sicuramente ad usare le terre che a detta di molti danno un risultato migliore.Cominciamo con la terra d'ombra naturale,il colore andra' diluito con molta acqua in modo che possa coprire tutte le varie fessure e interstizi,vediamo nelle figure che seguono i vari passaggi................

Per la casa che andremo a posizionare in secondo piano si aggiunge un po' di grigio alla terra d'ombra naturale in modo da rendere il colore piu' tenue rispetto alla mano di fondo del primo piano.............

L'immagine successiva vi mostra una panoramica..............

Iniziamo a realizzare i complementi e gli accessori che dobbiamo inserire nella scena che vogliamo rappresentare,in questa ambientazione di tipo "popolare" ho voluto ricreare uno dei luoghi piu' caratteristici di Venezia e cioe' lo squero di S.Trovaso.Dovete sapere che uno squero e' il luogo dove sin dai tempi antichi si costruiscono le gondole.Il mio problema era:Come faccio ha riprodurre una gondola?,non sono mica un "maestro d'ascia"(costruttore di gondole),Allora armato di santa pazienza mi sono messo al lavoro,con il solito poliuretano ho cercato di ingegnarmi ed ecco il risultato...............,dimenticavo di dirvi che la gondola non e' completa ma ho deciso di lasciarla cosi' com'e..................a voi il giudizio!

Ed ecco dove andra' inserita...............

Cominciamo a rifinire col colore i nostri edifici,con colore "terra di siena bruciata"dobbiamo evidenziare tutte le parti in mattone,andremo poi ad evidenziare anche i coppi,le parti in legno dovranno essere colorate con il colore "terra d'ombra bruciata".Il pennello deve essere quasi asciutto e le varie passate non devono mai coprire il colore di fondo,se necessario possiamo passare il colore una seconda volta fino ad ottenere il risultato desiderato,con del "terra di siena naturale"andremo a rifinire alcune zone per rendere meno monotono il tutto,nelle figure seguenti possiamo vedere alcuni passaggi ed un insieme del diorama con la prima passata di colore.......................

Ed ecco i vari passaggi con il colore,passiamo il colore di fondo anche alla pavimentazione (terra d'ombra naturale) e fissiamo le prime statuine.............

Possiamo inserire alcuni complementi,come potete vedere ho riprodotto una catasta di tavole di legno dietro alla statuina del carpentiere,anche per questo elemento ho usato il porex,per la sua colorazione useremo le tonalita' di colore usate per le parti in legno delle abitazioni (terra d'ombra naturale,terra d'ombra bruciata,terra di siena,bianco)............

Pnoramica sul diorama con la colorazione quasi definitiva...............

Iniziamo a realizzare le grondaie delle nostre case,diversi materiali si prestano a tale scopo,rame alluminio ecc.Questa volta ho voluto provare il porex,ho tagliato dei listelli a misura e con la carta vetrata ho arrotondato gli spigoli per dare la forma tipica della grondaia,successivamente con il saldatore ho creato l'incavo,una volta incollati ho realizzato sempre con il porex i tubi di scarico,diamo una prima mano di colore di fondo(terra d'ombra naturale).Devo dire che il risultato e' abbastanza soddisfacente...........

La realizzazione delle grondaie e' terminata,dopo la mano di fondo coloriamo il tutto con del "grigio sporco" per simulare l'invecchiamento

Sempre con il porex realizziamo gli elementi che andranno a completare la nostra scena,nelle immagini che seguono potete vedere varie tinozze e la fioriera prevista sulla terrazza.....

La qualità di quest'ultima immagine è pessima ma spero renda l'ideamugualmente

Per creare i fiori nei vasi ho utilizzato piccoli fiorellini secchi che sono presenti nelle composizioni floreali,si possono anche per dare diverse tonalità possiamo applicare degli acrilici,nelle prossime immagini potete vedere il risultato finale.

Iniziamo ad inserire nel nostro diorama i complementi creati in precedenza (tinozze,la gondola in costruzione ecc.)............

E la cosa piu' importante,"La Nativita'"...............

Per creare l'albero che andro' ad inserire nel diorama,ho usato dei rami secchi di rosmarino,per il fogliame possono essere usati i fiori secchi di cui ho parlato in precedenza,infine per il cielo ho usato un foglio di vetroresina su cui ho passato diverse mani di tempera (bianca per la prima mano e azzurra per la seconda).

Ed ecco il lavoro praticamente finito e mancante solo del boccascena che andro' ha realizzare successivamente.Dimenticavo che visto che la scena e' ambientata in uno squero ci manca l'acqua ......................ma questa e' un'altra storia.................Ciao!

Realizzare un presepio aperto passo passo

Scritto da Valter  Contin
Adesso vi parlerò dei presepi aperti.Questi ultimi a differenza dei diorami non hanno strutture contenitive e non prevedono l uso della prospettiva.Il presepe aperto viene visto dallo spettatore a 360 gradi quindi bisogna seguire delle regole ben precise.Il materiale utilizzato è sempre il porex.Di seguito vi mostrerò delle immagini prese dal web che potranno servirci per la realizzazione di questo tipo di presepe.

Verrà rappresentata la natività.

La base sarà in compensato su cui fisseremo una base in porex della stessa misura che ci servira' da supporto per le successive fasi di lavorazione............

Queste sono le statuine che utilizzero' per questo presepio (per motivi di tempo non ho potuto acquistare una nativita' in piena regola)................

Questo tipo di lavoro non prevede l uso della prospettiva ma dovremo comunque lavorare in scala.

Per realizzare le travature taglieremo delle strisce in porex trattate in modo da risultare rugose e quindi più realistiche.

Per la struttura del nostro lavoro useremo delle lastr in porex,ricordo di non fissarle definitivamente,ma usando solo degli stuzzicadenti in modo da poter apportare delle modifiche.

Per fissare le travature che sosteranno il tetto della stalla,utilizzeremo sempre listelli in porexQuesti verranno tagliati a misura  carteggiati e posti sulle travi di sostegno. Cerchiamo di creare un incalanatura che farà da sostegno.Nelle immagini successive vedremo i vari passaggi ed il risultato finale.

Ecco come sarà l'incanalatura sopra citata.

Il risultato finale.

Con dei listelli di dimensioni più piccole dei precedenti faremo le travature dell'edificio che affianca la stalla,dobbiamo creare anche in questo caso le scalanature come da foto.

Posizioniamo i travetti in questione che a loro volta verranno incollati ai travi di supporto..........

Nelle prossime immagini potete vedere il posizionamento ed incollaggio di tutte le parti in travatura del presepio...................

Per la pavimentazione del fienile e della legnaia taglieremo delle strisce in porex che tratteremo con l uso di una matita appuntita e di una spazzola di ferro per simulare il legno.

Trattiamo le travature con l uso del cutter e della matita appuntita e poi possiamo incollarle.Nelle foto successive verrà illustrato questo passaggio.

Per la pavimentazione del fienile useremo delle assi in legno ,il materiale che utilizzeremo sarà il porex trattato con il metodo più volte citato.

Il risultato finale.................

Incolliamo tutto usando colla a caldo,per un migliore realismo trattiamo le assi sia sopra che sotto......

Ecco i vari passaggi fino al risultato finale................

Ecco la pavimentazione completata.........

Le pareti del fienile Verranno coperte con assi in legno realizzate sempre con le strisce di porex trattate 

Mettiamo le soglie alle porte e alle finestre,queste verranno trattate con la spazzola di ferro..

Ed ecco il punto della situazione.............

Terminiamo la copertura delle pareti nella parte alta del fienile................

Si procede con il tetto che verràrealizzata con strisce di porex si possono realizzare le assi che formeranno il sottotetto,tali strisce andranno trattate nella parte sotto e quindi incollate alle travature..............

Nelle immagini che seguono vedremo la striscia suddivisa in sei assi,trattata con la spazzola di ferro.Fatto questo possiamo iniziare ad incollare

Una volta conclusa la copertura dei tetti.................

Per rafforzare i tetti in porex taglieremo due pannelli di compensato,questi ultimi faranno da sostegno anche ai coppi.I bordi delle tavolette verranno bruciati leggermente con l accendino.

Tagliamo i mattoncini a misura ed incolliamoli con la colla a caldo.Ai piedi degli edifici applicgiamo delle strisce di porex che faranno da base per i mattoni.

La parete interna del fienile avrà una parete coperta con assi in legno..

Anche l'edificio che affianca la stalla sarà' ricoperto nella zona superiore con assi in legno..................

Ed ecco il punto della situazione.................

Applichiamo i mattoni con la colla a caldo uno per uno.Armatevi di pazienza sarà una procedura lenta.

Posto altre immagini della procedura per l'incollaggio dei mattoni.

Particolare delle colonne sopra alla stalla...................

Dopo l'incollaggio dei mattoni con matita a punta fine evidenziamo le fughe dei nostri mattoni.....................il risultato:

Adesso occupiamoci dei coppi e di altre rifiniture.Dopo questa operazione ho aumentato il livello della struttura del presepe di 1 cm per dare quel senso di salita ai territori attigui.

Decisa la posiazione delle statue le fsso con laiuto di chiodini posti alla base.

La pavimentazione dove giacerà la Natività sarà ideata con l uso di strisce di porex,di diversa misura, lavorate con la spazzola di ferro,in modo da variare.

Ecco un veduta d'insieme con le ultime modifiche...................

La copertura sarà a "coppo",per realizzare i coppi useremo la tecnica adottata per il diorama "Nativita' in squero di S.Trovaso".Tagliamo dei listelli di porex............

Smussare con un cutter la parte superiore.......................

Liamiamo con la carta vetrata i listelliin modo che abbiano la forma di mezzaluna..................

Con un saldatore scaldiamo l'estremita' dei listelli per creare una rientranza

Incolliamo sulla base del tetto i listelli ....................

L'operazione incollaggio coppi e' finalmente terminata ed ecco il risultato...................

Tracciamo con una matita la divisione tra i vari coppi....................

Con il cutter creiamo uno scalino tra coppo e coppo.....................

Passiamo con la matita tutte le fughe fino ad evidenziare ancora di piu' l'attaccatura.................

I coppi possono essere realizzati anche con il das,ma con questa tecnica otterremo un risultato più soddisfacente .

Altre immagini da visualizzare

Realliziamo porte e finestre,nelle prossime immagini potete vedere i vari passaggi. Qui potete avvalervi  del passo passo postato sull'articolo "realizzazione di un diorama passo passo",infine per le grate alle finestre possono essere usati degli stuzzicadenti..

Con la malta pronta della saratoga realizziamo intonaco e terreno.Stendiamo la malta sul pavimento...................

Successivamente andiamo a spatolare l'edificio creando delle zone di intonaco per rendere meno monotone le pareti di mattoni,prima di stendere la malta bagniamo il supporto in modo da poter permettere a quest'ultima di "aderire meglio............

Fatto asciugare il primo strato di malta possiamo rendere il tutto ancora piu' realistico sovrapponendo a quest'ultimo una mano di gesso scagliola,prima che questo asciughi distribuire a pioggia un mix di sughero tritato,cenere,caffe',gesso in polvere,battere con il palmo della mano per far aderire il tutto.Le immagini successive illustreranno questo passaggio

Iniziamo a creare con il porex gli accessori che completeranno la scena.Realizzeremo delle tinozze una scala e una di quelle slitte per il trasporto del fieno che vista la mancanza di immagini ho dovuto creare di fantasia ma il risultato sembra comunque buono,e' prevista anche la realizzazione di un carretto per il trasporto del fieno che metteremo all'interno della stalla dietro la Nativita'.

Ecco altre immagini.

 

Prima della colorazione passiamo della cementite all'acqua su tutto il lavoro,le parti lavorate ad intonaco andranno passate con una soluzione di acqua e vinavil...................

 

Quando la cementite sarà asciutta possiamo procedere con la prima mano di colore. Useremo la terra d'ombra naturale" diluita con un generoso quantitativo di acqua.

Passiamo la mano di fondo anche sui complementi del nostro presepio,il colore sara' sempre il terra d'ombra naturale.............

Quando la mano di fondo e' completamente asciutta passiamo alla colorazione dei vari elementi,iniziamo dai mattoni ,i colori da usare in questo sono ocra rossa, ocra rossa+bianco,ocra rossa+terra di siena,le passate devono essere veloci ed il pennello deve essere asciutto.nell'immagine che segue potete vedere la tavolozza dei colori da usare..........

Potete effettuare varie passate fino ad ottenere il colore desiderato............

 Coloriamoi coppi dell'edificio con ocra rossa, con pennellate asciutte e veloci.

Per le parti in legno si inizia con una prima passata di terra d'ombra bruciata+blu oltremare(una puntina),nell'immagine il colore in questione,usiamo lo stesso colore per prima passata anche ai complementi (tinozze, scala ecc.)..................

Come sempre il punto della situazione..................

Rifiniamo il colore delle parti in legno passando una mano di terra di siena naturale che andra' successivamente schiarito con del bianco,iniziamo anche la colorazione del pavimento della stalla e aia passando sopra la mano di fondo ed in successione terra di siena naturale-terra di siena+bianco..................

Il carretto che si trova dietro la Nativita' sarà' riempito con del fieno,per la sua simulazione usiamo uno spago color chiaro che andremo a tagliare in piccoli pezzi,nelle immagini potete vedere i vari passaggi................

Decisa la posizione possiamo incollare.

Fissiamo il presepio alla sua base servendoci colla "millechiodi" e stuzzicadenti,con un po' di malta andiamo a stuccare la base del presepio in modo che non ci sia nessuna fessura tra edificio e terreno.

Per quanto riguarda la creazione delle grondaie,potete trovare la spiegazione nell'articolo "Realizzazione di un diorama passo-passo",il materiale utilizzato è il porex

Possiamo aggiungere altri elemnti per arricchire la scena per esempio fascine all'interno del fienile create con la saggina o tronchetti di legna all'interno della legnaia.

Andiamo a collocare la culla della Nativita' creata sempre in porex,sul terreno per renderlo meno monotono andiamo ad incollare un velo di segatura tinta con il colore verde,infine per nascondere la base useremo dei battiscopa tagliati a misura........

Ecco il lavoro finito

Email: modeofabio@gmail.com

Fai una donazione libera per aiutarci a far nascere il museo del presepio di Statte

Newsletter

PRESEPIOPIU'

 Presepi - Personaggi - Accessori - Modellismo

 

presepiopiu

MONDO PRESEPI

mondo presepi

AGRI STORE COSENZA

agristore cosenza

Spazio pubblicitario disponibile

Contattami per

informazioni

 

Spazio pubblicitario disponibile

Contattami per

informazioni

 

eXTReMe Tracker